Amy Winehouse, insulti al re Zulu

Published On 9 agosto 2010 » 503 Views» By nibbio » Gossip
 0 stars
Registrati to vote!

Amy Winehouse

Non le bastava averci dato dentro con l’alcool. Anche il re Zulu doveva insultare. Amy Winehouse ne combina un’altra delle sue. Il dramma è che il tutto è avvenuto nel corso di una cena ufficiale, alla presenza di numerosi invitati, personalità di spicco e dei giornalisti a cui non pareva vero poter assistere in diretta alla nuova gaffe della brava cantante inglese. Presentatasi al ristorante evidentemente brilla, la Winehouse probabilmente ha ulteriormente bevuto superalcolici all’interno del locale, non si spiegherebbe il perché altrimenti, vista la presenza del sovrano, abbia perso le staffe. Quando il re Zulu ha preso la parola per il discorso di circostanza ecco il patatrac. Addobbato in perfetto stile africano si accingeva infatti a salutare e ringraziare tutti coloro che erano intervenuti quando dalla sala sarebbero partite prima grida scomposte e poi  chiari insulti al suo indirizzo. Il fidanzato Reg Traviss a quel punto è intervenuto cercando prima di calmarla e poi, non sortendo effetti di distrarla. Non c’è stato nulla da fare perché la cantante britannica pareva intenzionata a rincarare la dose. A quel punto il fidanzato regista, sempre più imbarazzato l’ha trascinata fuori dal locale da un’uscita secondaria sperando di poter salvare il salvabile.

I tabloid dal canto loro non scherzano. Diversi paparazzi la seguono costantemente sperando, e purtroppo spesso riuscendoci, di immortalarla nel bere oppure già completamente ubriaca. I problemi caratteriali della diva sembravano risolti con l’inizio della love story intrapresa con Reg Traviss, tuttavia l’incubo dell’alcool sembra riaffiorare costantemente come capitato nel ristorante  londinese. E a leggere i commenti su internet anche i suoi fan più accaniti si stanno rassegnando alle sue intemperanze: atteggiamenti spesso imprevedibili pari solo al suo immenso talento. Una voce fuori dal comune come unanimamente riconosciuta da colleghi ed addetti ai lavori. Un talento che rischia però di essere vanificato dalla sua sempre più burrascosa vita privata. In tanti si chiedono se al povero re Zulu farà pervenire perlomeno un biglietto di scuse.

Share this post
Tags

About The Author

Il Nibbio scrive, il lettore legge, giudica e critica se vuole.
L’importante è che legga!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *