Comunità politica,patria e nazione nel mondo greco.

Published On 7 febbraio 2010 » 566 Views» By LUXA » Libri
 0 stars
Registrati to vote!

La comunità politica era avvertita dai Greci con una percezione molto concreta,cioè come l’insieme degli umos4omini ch e la componevano, la cui origine era rappresentata dalla famiglia e dai legami di sangue. L’ambito in cui si svolge inizialmente,per legge naturale,la vita dell’uomo è il gruppo che si raccoglie sotto la tutela del padre di famiglia,la patra. Dato però che l’intera comunità era sentita come un insieme di consanguinei,il termine poteva facilmente venire esteso ad essa. Perciò in Omero,le espressioni polis e patra si alternano, benchè l’origine etimologica del secondo termine esprima più intimamente i valori affettivi e identitari da noi evidenziati nel concetto di partria. Il rapporto con il suolo si trova invece espresso in un’altra parola,tratta dalla stessa radice: patrìs che dapprima indicava la proprietà del singolo ereditata dai suoi avi,ma fu poi estesa alla dimensione comunitaria. Nel mondo greco si sviluppò così un forte attaccamento al luogo d’origine,vissuto come comunità politica(polis),patria di sangue (patra) e di suolo(patris). Tale legame,che caratterizzò l’intera storia greca,fu destinato ad esaurirsi nell’Ellenismo,quando l’amore per il suolo natio e la patria non potevano alimentarsi in quei Greci che si trovavano ormai in un regno senza confini sotto il dominio di un re barbaro. In età classica la polis offriva all’uomo greco lo spazio in cui vivere ed il contenuto della vita stessa. Il concetto di nazione non era molto sviluppato: i Greci si vedevano diversi dagli abitanti delle altre poleis,indipendentemente dalla loro nazionalità.L’ideale di legame nazionale era però sentito nelle colonie,che avvertivano profondamente il vincolo alla madrepatria e la propria superiorità culturale rispetto ai popoli indigeni.Il connotato più importante risultava la lingua,elemento di discrimine fra i Greci e i non-Greci,barbari in quanto uomini-balbettanti,capaci solo di pronunciare suoni incomprensibili,che risultavano alle orecchie degli Elleni come versi del tipo “bar,bar” (da cui l’origine del termine barbaros). In antitesi rispetto ai barbaroi nacque una coscienza nazionale greca,che fu culturale e linguistica,mai però politica.A contribuire alla nascita di tale coscienza fu in ambito culturale soprattutto l’epos omerico,che fondò un’identità mitico-storica condivisa da tutti i Greci che si manifestò militarmente nelle Guerre Persiane,narrate da Erodoto,che videro coalizzarsi i Greci contro il nemico comune orientale.Prestò però i fattori di divisione risultarono inconciliabili e condussero all’acuirsi delle tensioni fra Sparta e Atene e  alla Guerra del Peloponneso.  Nonostante gli stimoli culturali alla pace fra le città Elleniche la Grecia non riuscì a raggiungere nuovamente una fase di equilibrio. La figura di Filippo il Macedone,dominatore straniero amante della cultura greca,ebbe la forza di stringere gli Elleni in una lega finalizzata alla lotta contro il nemico persiano.Con ciò si realizzò la tanto auspicata unificazione politica,ma il prezzo da pagare era alto:le singole poleis mantenevano sì la loro autonomia interna,ma di fatto venivano a dipendere da una potenza sentita come straniera,di cui non si riconosceva la grecità. L’esito  fu la formazione del regno di Alessandro Magno, portatore di un progetto politico ambizioso ed in totale contrasto con la tradizione identitaria greca. Alessandro arrivò infatti ad imporre ai Greci l’atto orientale della proskunesis ed equiparò agli Elleni i Persiani vinti,in quanto popolo dominatore dell’Asia per via ereditaria. Nell’Ellenismo l’identità politica greca venne dunque meno,ma saldo rimase lo spirito della grecità,che gli abitanti dell’Ellade alimentarono con orgoglio,tanto da”conquistare” il mondo latino e da far sì che i posteri avvertissero la civiltà greco-romana come unitario “mondo classico”.

fonte:”L’uomo greco”di Pohlenz

Share this post
Tags

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *