Dal terrore alla pace, viaggio in Irlanda del Nord

Published On 13 luglio 2009 » 733 Views» By Mario » Viaggi
 0 stars
Registrati to vote!

Murales BelfastSulla splendida isola dello smeraldo, nel nord-est ci sono  terre rappresentate ancora dalla monarchia britannica, l’Irlanda del Nord.

Per chi ha girato anche il resto dell’isola, è una ghiotta l’occasione per toccare con mano le differenze, “vivere” la cultura di un terrorismo che da qualche anno ha concesso una tregua ufficiale alle dimostrazioni armate, poichè i cattolici che lottano per riunire la provincia alla Repubblica d’ Irlanda, hanno scelto di usare solo mezzi pacifici e politici, per i loro legittimi scopi.

Se un pò di storia stiamo cercando, Derry è una tappa ideale, a partire dalla struttura cittadina, avvolta da mura interamente percorribili, sulle quali ancora si adagiano fieri e minacciosi (ma per fortuna inoffensivi) cannoni destinati ad essere un luogo per fotografie più o meno originali. In un’assordante silenzio parlano anche gli imponenti murales posti sulle facciate degli edifici immediatamente al di fuori delle mura stesse, ed a fargli guardia, insieme ad unmonumento ai caduti della seconda guerra mondiale, c’è quello ben più rumoroso dedicato alla triste Bloody Sunday, alla quale quelle mura hanno fatto da testimone.

Un altro tuffo in una città piena di storiama “under construction” è a Belfast. L’impressione che si ha infatti entrando in città è proprio questa: tanti cantieri aperti, molta richiesta di forza lavoro, ed anche i prezzi più bassi trovati in territorio britannico. Molte le attrazioni da visitare, tra cui i cantieri che hanno dato i natali al Titanic, la Cattedrale di St.Anne, la City Hall e l’ex sede delparlamento nord-irlandese di Stormont immersa in uno splendido parco, e non può mancare il giro nel malfamato quartiere delle “troubles”, che si caratterizza per i murales di protesta sociale noti un pò in tutto il mondo. Oggi come oggi non c’è nulla datemere, Belfast è molto più sicura di diverse città europee ed americane!

Oltre alle bellezze urbane, l’Irlanda del Nord offre moltissimi scorci naturali da lasciare a bocca aperta, come d’altronde il resto dell’isola: sulla costa Nord è possibile ammirare la Giant Causeway, una moltitudine dipietre perfettamente esagonali cheformano la “passeggiata dei giganti”, sulla quale leggenda e spiegazioni scientifiche si intrecciano in maniera affascinante! A pochi chilometri didistanza  è inoltre possibile percorre il “ponte di corda”, la cui costruzione viene attribuita dalla storia agli antichi pescatori di salmone (una prelibatezza della zona).
Sono presenti anche parentesi “alcoliche”, in quanto è visitabile la fabbrica di whiskye legale più antica del mondo, che sorge sulle colline di Bushmills, dal quale prende il nome l’omonima bevanda, e nella quale si può ammirare tutto il processo produttivo della fabbrica accompagnati da una guida.

Altro percorso molto bello è quello che da Belfast porta a Dublino seguendo la costa Est dell’isola, passando da DownPatrick, nota per custodire la tomba di San Patrizio, patrono Irlandese celebrato con una settimana di festeggiamenti in tutta l’isola (e anche dalle comunità Irlandesi un pò in tutto il Mondo), la cui commemorazione cade il 17 Marzo.

Share this post
Tags

About The Author

Appassionato di subacquea, birra artigianale, poker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *