Declinare i verbi alla forma gentile: “forma in masu”

Published On 4 settembre 2015 » 1151 Views» By tombers » Giapponese, Lingue
 0 stars
Registrati to vote!

08 – FORMA IN MASU

Tの日本語の授業・08課・ます形

Oggi parliamo della “forma in masu” (in giapponese ます形masu-kei) che serve per declinare i verbi alla forma gentile, l’equivalente del desu.

Come detto nella presentazione del giapponese i verbi sono di 3 tipi, vediamo come fare a coniugarli:

1dan = togliamo RU e aggiungiamo MASU
食べる・Taberu = 食べます・tabemasu (mangiare)
考える・Kangaeru = 考えます・kangaemasu (pensare, ritenere)

5dan = la U diventa I e aggiungiamo MASU.
読む・Yomu = 読みます・yomimasu (leggere)
書く・Kaku = 書きます・kakimasu (scrivere)
飛ぶ・Tobu = 飛びます・tobimasu (volare)

I due unici verbi irregolari:
する・Suru = します・shimasu (fare)
来る・Kuru = 来ます・kimasu (venire)

Come si traduce?

Prendiamo come esempio il verbo mangiare (taberu) e analizziamolo:

食べる・Taberu = io mangio, tu mangi, egli mangia, noi mangiamo, voi mangiate, essi mangiano – forma piana, informale (equivale a usare il DA).
食べます・Tabemasu = io mangio, tu mangi, ecc… – forma gentile, formale (equivale a usare il DESU).

Il MASU si coniuga, come il desu, al passato e al negativo; vediamo la tabella (come traduzione metto solo la prima singolare ma vale per tutte le persone):

食べる・taberu

Io mangio

Io non mangio

Tabe-masu

食べ・ます

Tabe-masen

食べ・ません

Io mangiai

Io non mangiai

Tabe-mashita

食べ・ました

Tabe-masen deshita

食べ・ませんでした

Quindi si prende la radice del verbo e aggiungiamo MASU o MASEN o MASHITA o MASEN DESHITA. Vediamo esempi concreti:

私はバナナを食べます
watashi ha banana wo tabemasu
io mangio una banana

彼は本を読みました
kare ha hon wo yomimashita
lui ha letto un libro

私は田中さんを見ませんでした
watashi ha tanaka-san wo mimasen deshita
non ho visto il signor Tanaka

*ho usato una nuova particella, を・WO, ma si legge O. Indica il complemento oggetto, in pratica viene posta dopo l’oggetto della frase come potete notare nelle frasi precedenti.

Ora potete comporre numerose frasi, sia col DESU (quando descriviamo una cosa/persona) sia col MASU (quando qualcuno fa un’azione). Possiamo dire che DESU/MASU sono le forme più usate, sono gentili ma non troppo formali, perfette per ogni situazione! 😀

Una piccola annotazione sulla pronuncia: sia nel DESU che nel MASU la U è solo accennata (anche se ciò varia di zona in zona in Giapponese), perlomeno così viene più frequentemente insegnato!^^

Vi lascio un piccolo elenco di parole che potete esercitarvi a combinare insieme usando (che indica il tema), (che indica l’oggetto) e il verbo (coniugatelo in tutti e 4 i modi che trovate nella tabella).

Soggetti

田中さん・Tanaka – san (il signor Tanaka).
私・Watashi (io).
彼・Kare (lui, egli).
彼女・Kanojo (ella, lei).

Oggetti

すし・Sushi.
酒・Sakè (sakè oppure più in generale “liquore”).
本・Hon (libro).
手紙・Tegami (lettera, missiva).

Verbi

読む・Yomu (leggere).
食べる・Taberu (mangiare).
飲む・Nomu (bere).
書く・Kaku (scrivere).

*ultima annotazione: in Giappone dopo il nome/cognome della persona citata bisogna sempre aggiungere una parolina che varia in funzione del rapporto con la persona citata:

田中さん・Tanaka-san (è la parolina più usata, è gentile ma non troppo, ma neanche intimo. Si può sempre usare)

田中様Tanaka-sama (è una persona molto importante).

田中ちゃんTanaka-chan (è un mio amico molto intimo, il mio fratellino, il mio cane)

Per ogni chiarimento commentate qui sotto, alla prossima lezione! 😀

T

Share this post
Tags

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *