Gli orfani di Lost aggrappati allo spin-off

Published On 2 agosto 2010 » 451 Views» By nibbio » Cinema
 0 stars
Registrati to vote!

isola di lost

Orfani di Lost e sperduti nell’orizzonte della tv. Sui forum italiani, come in quelli d’oltreoceano, nei portali dedicati alle serie Tv e nelle fanzine, c’è sempre e solo lo stesso ritornello: si farà lo spin-off della serie? Addirittura molti internauti americani, ma anche nostrani, talmente in astinenza, hanno deciso di realizzarselo da solo scrivendo copioni o montando spezzoni del telefilm in simpatici (e alcuni davvero ben fatti) video. Comunemente classificati “fan art”. Di notizie ufficiali neanche l’ombra ed è normale che in questo clima di attesa e incertezza qualunque dichiarazione di uno degli attori o dei produttori, anche la più banale o insignificante assuma i significati più disparati. Ad esempio Matthew Fox (Jack nel telefilm) dichiara, a domanda specifica, che sarebbe disposto a partecipare a un film che tratti un aspetto poco sviluppato della serie. Oppure Terry O’ Quinn (Locke) dichiara che gli piacerebbe ancora lavorare con Michael Emerson (Benjamin Linus) e giù congetture, ipotesi, retroscena…illusioni. Analizzando i fatti concreti e le poche dichiarazioni ufficiali sull’argomento si può solo stabilire che: progetti mancano, o se ci sono vanno valutati in base a numerosi fattori quali alternative valide o meno per i palinsesti delle prossime stagioni. A favore del partito che spinge per un prolungamento, seppur artificioso e diversificato, della serie c’è il fattore fans. Lost ha rappresentato un spartiacque nel mondo dei telefilm , in sei anni ha saputo creare uno zoccolo duro di appassionati che ha saputo incrementarsi. Un fenomeno senza precedenti. Analizzato perfino dai sociologi. L’Abc è disposta a pagare il prezzo di perdere questa eredità senza provare perlomeno a conservarne una parte? La partita si gioca tutta lì.

Share this post
Tags

About The Author

Il Nibbio scrive, il lettore legge, giudica e critica se vuole.
L’importante è che legga!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *