Le esplosioni sulla superficie del sole.

Published On 10 agosto 2011 » 483 Views» By Simona » Attualità, Scienza
 0 stars
Registrati to vote!

Il vostro cellulare non funziona e il gps perde facilmente il segnale?
Potrebbe essere tutta colpa del sole!
In pochi giorni infatti si sono verificate due esplosioni solari, vere e proprie eruzioni elettriche nei giorni di giovedì 4 e venerdì 5 agosto, senza per fortuna causare forti conseguenze sul pianeta terra.
Secondo quanto rilasciato dalla National Oceanographic and Atmospheric Administration (Noaa), queste esplosioni tenderebbero ad aumentare col tempo, raggiungendo il picco nel 2013.
Le correnti si condensano in particolar modo nella magnetosfera e tendono a infiltrarsi nei cavi ad alta tensione, provocando grandi disagi nel trasporto elettrico e nelle telecomunicazioni.

Ma c’è chi propone una riflessione ben più profonda e intelligente rispetto a questo argomento: cosa accadrebbe se, a causa di queste tempeste, venisse meno l’allacciamento alla rete elettrica a cui fa necessariamente affidamento una centrale nucleare? Non accadrebbe nulla se non fosse che la centrale nucleare si appoggia alla corrente elettrica per mantenere in funzione l’impianto di raffreddamento.
Rispetto ai decenni passati, i danni a cui oggi potremo andare incontro sono notevolmente lievitati. Sia la Nasa che la National Academy of Sciences descrivono nei loro studi una vera e propria catastrofe: si parla di possibili black out che paralizzerebbero tutte le attività umane, oltre al danaro necessario per rimettere in sesto gli impianti elettrici.

Secondo l’articolo uscito su OpEdNews, in seguito ad una tempesta solare, una centrale nucleare in funzione da 40 anni ha il 33% di possibilità di andare incontro a black out e questo si lega ai grandi rischi a cui si va incontro anche durante catastrofi come lo tsunami a Fukushima.

Share this post
Tags

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *