Mara Carfagna e Alessandra Mussolini come a “Uomini e Donne”.

Published On 19 novembre 2010 » 585 Views» By Simona » Attualità, Varie
 0 stars
Registrati to vote!

Montecitorio indossa per qualche minuto, le vesti di uno studio televisivo, e carfMara Carfagna (ministro delle pari opportunità) e Alessandra Mussolini (deputato del Pdl) le vesti delle partecipanti al noto programma condotto da Maria de Filippi “Uomini e Donne”.
Le due si sono infatti attaccate regalando agli spettatori un duello tutto al femminile.
Mentre Mara parla con un suo amico, l’onorevole capogruppo alla camera di Futuro e Libertà, Italo Bocchino, Alessandra da voce ai sospetti di molti: l’infedeltà di Mara a Berlusconi.
Secondo questi pare che il ministro delle pari opportunità voglia abbandonare il PdLper aggregarsi ai finiani.

Alessandra decide di immortalare la scena dei due che parlano, con una bella foto. Mara se ne accorge e inizia a battere le mani esordendo con un “brava, brava“, Alessandra prosegue con un “Vergognati!”, accusandola di fare accordi con il partito finiano, dopi che Bocchino, nella finanziaria, aveva fatto spostare 20 milioni di euro al ministero della Carfagna. E poi c’è anche la storia del termovalorizzatore (inceneritore) di Salerno, sottratto alle province e tema di collisione non solo tra comune e provincia ma anche tra le due donne: mentre la Carfagna difende il sindaco Vincenzo De Luca, la Mussolini difende Edmondo Cirielli, presidente della provincia.
La Carfagna si è poi difesa accentuando l’importanza dei diversi progetti per la donna, presenti e destinatari di quei 20 milioni di euro e sul termovalorizzatore quasi facendo da “paciere”, sostenendo che se ne sarebbe occupato il presidente della regione Caldoro, in modo tale da evitare di far entrare anche questo nello scontro.
Oltre all’onorevole Bocchino, ha assistito alla vicenda anche Maurizio Iapicca, evidenziando la caduta di stile della Mussolini.

Share this post
Tags

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *