Pet Therapy e Alzheimer

Published On 21 luglio 2010 » 934 Views» By claudia86 » Salute
 0 stars
Registrati to vote!

petAncora una volta, i nostri amici animali possono venirci in aiuto. Ormai cani e gatti non sono più semplici animali da compagnia, ma sempre più spesso viene evidenziata la loro utilità nei confronti di patologie che affliggono l’uomo.

Ultimamente degli studi, hanno dimostrato come la pet therapy sia in grado di aiutare coloro che sono affetti dal morbo di Alzheimer.

Una ricerca condotta dall’Università di Tolosa, ha evidenziato come la compagnia di un animale, che sia cane o gatto, possa essere d’aiuto per ridurre i tipici disturbi della malattia come irritabilità, agitazione, aggressività, allucinazioni e insonnia anche con una percentuale del 60%.

L’aiuto che i nostri amici animali possono dare consiste proprio nel fatto che il doversi prendere cura di un animale o,  molto più semplicemente, giocarci, permette al malato di non concentrarsi sugli impulsi negativi del cervello, che portano ai sintomi sopra indicati.

Attraverso la pet therapy quindi, si può aiutare il malato, rendendo l’ambiente più sereno e rilassato, riducendo cosi l’insorgenza di disturbi che aiutano la persona ad avere una migliore qualità di vita.

 

Qualcosa di più sulla Pet Therapy in Italia.
Link consigliato: A.I.V.A. (Associazione Italiana Volontaria per Anziani)

Share this post
Tags

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *