Svenire in media 100 volte al giorno, cosa significa?

Published On 18 gennaio 2011 » 410 Views» By Simona » News dal Mondo, Salute
 0 stars
Registrati to vote!

Accade ad una scienziata 35enne di Cambridge, che soffre di una grave forma di narcolessia. Più precisamente si tratterebbe di “cataplessia” ovvero di crisi narcolettiche causate da situazioni ad alto contenuto emotivo.
Per ovvie ragioni, la donna ha dovuto ridimensionare la propria vita accettando preventivamente di smettere di guidare, in quanto basta una risata, o un rumore improvviso per farla crollare.
Ad esempio Claire Allen racconta che le viene i una crisi ogni qualvolta la sua figlioccia va a trovarla. Anche un pensiero emotivamente vivo le può causare queste crisi narcolettiche, crisi che possono durare dai 30 secondi ai 5 minuti, periodo comunque in cui la Allen rimane perfettamente vigile.
Le capita di svenire anche in ufficio, quando si apre una porta improvvisamente, o per strada, mentre è in bicicletta, situazioni comunque estremamente pericolose.
Lei racconta di non trovare differenze tra la stato di veglia e lo stato di crisi, l’unica differenza è la completa paralisi muscolare.
Oltre a questo le conseguenza sul ciclo sonno-veglia sono disastrose: si sveglia tra le 20 e le 30 volte ogni notte, adesso infatti segue una cura farmacologica che riesce a farla dormire per 3 ore e mezzo di seguito, dopo di che si sveglia e prende un’altra dose che le permette di dormire 7 ore continuative.

Questo

Share this post
Tags

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *