Video sullo sterminio delle foche: firmiamo la petizione

Published On 21 dicembre 2009 » 648 Views» By Polluxwriter » Attualità
 0 stars
Registrati to vote!

baby_sealOgni anno nel mondo vengono uccise circa 200 mila foche, di cui il 97% sono cuccioli di poche settimane. I cuccioli sono ricercati purtroppo per via del loro morbido manto.
Questi animali subiscono delle barbarie inimmaginabili: vengono presi a picconate in testa, a bastonate. Se non muoiono non è importante per chi le caccia poiché vengono scuoiate vive.
Nonostante questo il governo canadese ha affermato che le foche vengono uccise in maniera umanamente accettabile. Certo, facile a dirsi quando non siamo noi essere umani ad essere uccisi a picconate sull’uscio di casa nostra.
Purtroppo non è solamente il Canada ad accettare questo sterminio senza freni, anche in Groenlandia e Norvegia queste atrocità sono ampiamente diffuse.
Ecco alcuni dati:
35 euro è il prezzo a cui è venduto il manto dei cuccioli.
300 euro circa è il prezzo a cui sono venduti i genitali delle foche maschio, in quanto sono ritenute degli ottimi afrodisiaci sul mercato asiatico.
più della metà delle foche vengono scuoiate vive poiché i loro assassini non si preoccupano di verificare se siano morte o meno prima di farlo.

Leggete tutte le informazioni possibili sul sito Oipa Italia e firmate la petizione presente nelle loro pagine. E’ molto semplice, basta cliccare su “Invia lettera di protesta” e si aprirà una pagina con il testo necessario già scritto e il destinatario già impostato, dovrete solamente cambiare l’oggetto del messaggio se lo riterrete necessario. Per la petizione vi re-indirizzeremo direttamente da toWrite.it cliccando su PETIZIONE

Ecco il video:

Share this post
Tags

About The Author

2 Responses to Video sullo sterminio delle foche: firmiamo la petizione

  1. pino says:

    sono contro lo sterminio delle foche….FERMIAMOLO!!!!

  2. claudio berta says:

    fermiamolo ma come possiamo ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *