Weekend troppo brevi!

Published On 23 novembre 2010 » 359 Views» By LUXA » Attualità, News dal Mondo
 0 stars
Registrati to vote!

stressUna recente ricerca, promossa dalla catena di hotel Premier Inn sulle abitudini nel weekend di 4.000 inglesi fra i 18 e i 60 anni testimonia come i finesettimana anglosassoni durino troppo poco. Lo studio infatti afferma che il weekend di un inglese medio comincia normalmente alle 12.38 di sabato: è solo dall’orario di pranzo che ci si riesce infatti a liberare dello stress accumulato durante la settimana lavorativa. Il relax è d’altra parte destinato a finire presto: il buonumore durerebbe giusto fino alle 15.55 del giorno successivo. Da domenica pomeriggio in poi la mente comincerebbe a pensare al lunedì ed agli impegni lavorativi annessi.

Basta poco a calcolare che il fine settimana medio di un lavoratore dura in realtà solo 27 ore e 17 minuti.

Gli impegni lavorativi, sempre più pressanti fanno sì che sei intervistati su dieci ammettano di essere costretti a lavorare ad un certo punto del weekend per occuparsi degli appuntamenti del giorno successivo, mentre quasi la metà controlla regolarmente le mail e uno su dieci non stacca praticamente mai nei due giorni che dovrebbero al contrario essere dedicati al riposo.

L’aumento dell’impegno di lavoro riguarda anche le ferie: circa 14 giorni di ferie all’anno verrebbero mediamente dedicate ad attività lavorative.

Le motivazioni addotte per giustificare il lavoro aggiuntivo sono varie: la pressione da parte dei capi (che può divenire vero e proprio mobbing), la necessità di non perdere il lavoro o il bisogno di migliorare lo status nell’azienda. Questi sforzi conducono ad un’inevitabile stanchezza generale: un intervistato su sei afferma di odiare il proprio lavoro, più della meta sostiene di essere troppo stanco pere godersi pienamente il meritato riposo del weekend.

Condizioni di pressione lavorativa terribili, queste, dannose per la salute e per il più generale equilibrio necessario ad una vita felice: l’homo aeconomicus rivela tutti i problemi della società moderna.

Share this post
Tags

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *